Sardegna e le nuove provincie: la Gallura

Sardegna e le nuove provincie: la Gallura

Tempio Pausania e Olbia i capoluoghi

La Gallura occupa un'ampia area della parte settentrionale della Sardegna; il confine sud-occidentale coincide con il fiume Coghinas, a sud la catena del Limbara la separa dal territorio del Logudoro e sulla costa sud orientale il comune di confine è Budoni. Il nome Gallura pare trarre origine dall'abbreviazione latina Galli-Rura (terre dei Galilensi), segnata dai Romani sulle carte dell'epoca a indicare i confini con le terre della popolazione dei Galilenses. La Gallura, recentemente elevata a Provincia con capoluoghi Olbia e Tempio Pausania comprende attualmente i comuni di Calangianus, Aggius, Bortigiadas, S. Teresa, Arzachena, Luogosanto, Palau, S. Francesco d'Aglientu, La Maddalena, Trinità d'Agultu, Telti, Monti, Golfo Aranci, S. Maria Coghinas, Badesi, Viddalba, S. Antonio di Gallura, Loiri-Porto S. Paolo, S. Teodoro, Budoni, Erula, Padru. La Gallura si formò come Giudicato alla fine del dominio Bizantino (VI sec.), unitamente a quelli di Cagliari, Torres e Arborea. Il giudicato terminò di fatto nel 1288, quando l'ultimo giudice, Nino Visconti, che aveva nel suo stemma il "gallo di Gallura" e che fu amico di Dante che lo celebrò nel canto VIII del Purgatorio, venne cacciato dai Pisani. Questi riconobbero una certa importanza strategica del territorio e ne sfruttarono le cave di granito. Nel XIV sec. si alternarono i Genovesi ai quali subentrarono gli Aragonesi (1409) e poi gli spagnoli (1479) che rimasero fino al 1714, quando la Sardegna divenne provincia Asburgica. Dal 1720 al 1847 la regione entrò a far parte del regno Sabaudo, durante il quale la Gallura conobbe un rinnovato interesse, fu creata la base navale sull'isola di La Maddalena e vennero potenziati i collegamenti con la penisola. L'entroterra gallurese fu ripopolato con coloni Corsi, e da qui si iniziò a parlare il gallurese, e Tempio divenne capoluogo di provincia con l'istituzione di una Prefettura. Alla crescita del territorio concorse anche lo sviluppo delle sue risorse naturali, come il sughero e il granito, a tutt'oggi punto fermo dell'economia locale. Oggi la Gallura è ampiamente conosciuta per la sua vocazione turistica sviluppatasi attorno gli anni '60 con la creazione della Costa Smeralda, con oltre 80 km. di coste, paradiso del turismo elitario a livello internazionale, per le sue risorse naturalistiche tra cui il Parco Nazionale di La Maddalena, la Riserva Marina Isola di Tavolara-Capo Coda Cavallo e il Parco Regionale del Limbara, per i suggestivi siti nuragici che si fondono con l'antica realtà economica degli "stazzi".

Schede correlate
Ascor - Associazione Cannigione
Arzachena (OT)
Centro Benessere di Terme del Porto
Santa Teresa Gallura (OT)
Da Golfo Aranci: Isola di Figarolo
provincia di Olbia - Tempio
Il carnevale come motivo di viaggio
Tempio Pausania (OT)
Il Medio Campidano
provincia di Medio Campidano
Il territorio della provincia di Sassari
provincia di Sassari
Inverno in Sardegna
provincia di Olbia - Tempio
Itinerari in Gallura: Capo Figari
provincia di Olbia - Tempio
Province sarde: Carbonia - Iglesias
provincia di Carbonia - Iglesias
Sardegna... ora più bella che mai
Santa Teresa Gallura (OT)
Sardegna: aeroporti e traghetti
provincia di
Da Olbia a Budoni
provincia di Olbia - Tempio
Ente Parco Nazionale dell'Arcipelago della Maddalena
La Maddalena (OT)
I tour enogastronomici biologici
provincia di Ogliastra
Provincia di Ogliastra
provincia di Ogliastra
Sardegna: Territorio, Flora, Fauna
provincia di
Appuntamenti a Santa Teresa Gallura
Santa Teresa Gallura (OT)
Sardegna e la tutela ambientale
provincia di
Sardegna: origini del nome
provincia di
Loiri Porto San Paolo
Loiri Porto San Paolo  (OT)
Santa Teresa Gallura
Santa Teresa Gallura (OT)
Da Tempio Pausania all'interno Gallura
Tempio Pausania (OT)
Itinerari a Loiri Porto San Paolo
Loiri Porto San Paolo  (OT)
Itinerari in Gallura: Capo Testa
Santa Teresa Gallura (OT)
La Maddalena e l'Arcipelago
La Maddalena (OT)
Turismo in Gallura: Palau
Palau (OT)
A bordo di Dovequinto
provincia di Olbia - Tempio
Arcipelago della Maddalena: Cala Francese
La Maddalena (OT)
Gallura: il sughero
Tempio Pausania (OT)
Porto Rafael e Punta Sardegna
Palau (OT)
Olbia e la Costa Smeralda
Olbia (OT)
Spiagge a La Maddalena
Loiri Porto San Paolo  (OT)
Tomba di Lu Brandali
Santa Teresa Gallura (OT)
Capo d'Orso a Palau
Palau (OT)
Numeri di Olbia
Olbia (OT)
Vini sardi: vermentino
Monti (OT)
Isola di Spargi
La Maddalena (OT)
Isola di Tavolara
Loiri Porto San Paolo  (OT)
Provincia della Gallura: Olbia
Olbia (OT)
Spiagge a Santa Teresa di Gallura
provincia di Sassari
Tomba dei Giganti Li Mizzani
Palau (OT)
Da Olbia verso il mare
Olbia (OT)
Territori della Sardegna: il nuorese
provincia di Nuoro
Area Marina Protetta Tavolara Punta Coda Cavallo
Loiri Porto San Paolo  (OT)
Castello di Pedres, Sa Paulazza, Cabu Abbas
Olbia (OT)
Nord est Gallura: San Teodoro
provincia di Sassari
La nuova provincia d'Ogliastra
provincia di Ogliastra
Vacanze in Sardegna: la Costa Rei
Muravera (CA)
Golfo Aranci e dintorni: spiagge e fondali
provincia di Olbia - Tempio
Numeri di Arzachena
Arzachena (OT)
Itinerari in Gallura: Arzachena
Arzachena (OT)
Costa nord est Gallura: Budoni
Budoni (OT)
Itinerari archeologici e chiese campestri ad Arzachena
Arzachena (OT)
La costa gallurese: Baja Sardinia
Arzachena (OT)
Itinerari sulla Costa Smeralda: Cannigione
Arzachena (OT)
Costa Smeralda e la Strada delle spiagge
provincia di Sassari
Itinerari via mare in Ogliastra
provincia di Ogliastra
Appuntamenti in Costa Smeralda
provincia di Olbia - Tempio
Provincia d’Ogliastra: Come arrivare
provincia di Ogliastra
Dialetto gallurese
provincia di Olbia - Tempio
La cultura degli stazzi
provincia di Olbia - Tempio
Archeologia nuragica in Gallura
provincia di Olbia - Tempio
Tafoni: opere d'arte naturali
provincia di
Specialità galluresi
provincia di Olbia - Tempio
I vini di Gallura
provincia di Olbia - Tempio
Artigianato in Gallura
provincia di Olbia - Tempio


verde di Gallura
verde di Gallura
mare dell Arcipelago
mare dell Arcipelago