Schede Territorio in Sicilia

Trovate 81 schede in Sicilia - Pagina 2 di 9
[1]  [2]  [3]  [4]  [5] 
[] []
palermo messina enna catania siracusa ragusa caltanissetta agrigento trapani

Cattedrale di Agrigento (scheda: 5367) Cattedrale di Agrigento
la caratterizzano una ampia varietà di stili
categoria: :.Attrazioni :.Chiese
I primi lavori per la realizzazione della cattedrale di Agrigento cominciarono prima dell'anno 1100 per volontà del vescovo Gerlando. Ma soltanto 200 anni dopo, durante il periodo di vescovado di Bertoldo De Labro, la chiesa realizzata venne intitola
Agrigento: Casa di Pirandello (scheda: 5368) Agrigento: Casa di Pirandello
tra il centro storico e la Valle dei Templi
categoria: :.Attrazioni :.Monumenti
A circa quattro chilometri dal centro storico e a due dalla Valle dei Templi, sorge la casa che diede i natali a Luigi Pirandello, drammaturgo agrigentino famoso in tutto il mondo. Vi si rifugiò la famiglia Pirandello in occasione di un'epidemia di
Palazzo Comunale di Agrigento (scheda: 5369) Palazzo Comunale di Agrigento
antico monastero domenicano del XVII secolo
categoria: :.Attrazioni :.Palazzi
Il Palazzo di Città, ha sede oggi in quello che una volta era un antico monastero domenicano, risalente al XVII secolo. Attraverso l’atrio del palazzo municipale si accede al bellissimo teatro Pirandello. Il teatro Pirandello, realizzato nel 1870 da
Chiese a Palermo: Sant'Ignazio all'Olivella (scheda: 5371) Chiese a Palermo: Sant'Ignazio all'Olivella
edifici religiosi in Sicilia
categoria: :.Attrazioni :.Chiese
E' una bella chiesa barocca iniziata alla fine del XVI sec. ove, secondo la tradizione, sorgeva la villa della famiglia di S. Rosalia. Olivella indicherebbe proprio questo: Olim villa, una volta (qui era) la villa. La facciata è incorniciata da due c
Museo Archeologico Regionale di Palermo (scheda: 5372) Museo Archeologico Regionale di Palermo
nel cinquecentesco convento dell'Olivella
categoria: :.Attrazioni :.Musei
Installato nel cinquecentesco convento dell'Olivella fondato nel XVII sec. dai Padri Filippini con l'annessa chiesa barocca di S. Ignazio all'Olivella, possiede una ricca collezione di reperti provenienti dai siti siciliani tra i quali spiccano quell
Chiese a Palermo: di S. Agostino (scheda: 5373) Chiese a Palermo: di S. Agostino
in un quartiere animato ogni mattina dal vivace mercato di Capo
categoria: :.Attrazioni :.Chiese
E' una bella chiesa duecentesca edificata per volere delle famiglie Chiaramonte e Sclafani. La facciata è arricchita da un portale decorato da motivi geometrici e floreali bicromi e da un ricco rosone. Bello anche il portale gaginesco che si affaccia
Itinerari a Palermo: da Via Roma al Capo (scheda: 5374) Itinerari a Palermo: da Via Roma al Capo
quartiere che si estende a nord-ovest dei Quattro Canti
categoria: :.Attrazioni
E il quartiere che si estende a nord-ovest dei Quattro Canti. Proprio di fronte alla chiesa di S. Domenico, dall'altro lato della piazza, la stretta via Bandiera, ultima frangia del mercato di Capo, nasconde bei palazzi. Si noti, al n° 14, Palazzo Te
Oratorio del Rosario di S. Cita a Palermo (scheda: 5375) Oratorio del Rosario di S. Cita a Palermo
si accede attraverso la chiesa di S. Zita
categoria: :.Attrazioni :.Chiese
Vi si accede attraverso la Chiesa di S. Zita (Cita è la deformazione toscana) che possiede un elegante arco marmorea di Antonello Gagini (nel presbiterio) e la bella cappella del rosario (a destra del presbiterio) in cui tarsie policrome si sposano a
Palermo: Oratorio del Rosario di S. Domenico (scheda: 5376) Palermo: Oratorio del Rosario di S. Domenico
nel quartiere settentrionale della città
categoria: :.Attrazioni :.Chiese
E' un gioiello della decorazione a stucco, realizzata da Giacomo Serpotta, che seppe come sempre imprimere un profondo senso del movimento al folleggiare dei putti colti nella loro spontanea giocosità di bambini e dare espressività alloro visetti all
Palermo: chiesa di S. Domenico (scheda: 5377) Palermo: chiesa di S. Domenico
con grazioso chiostro trecentesco
categoria: :.Attrazioni :.Chiese
La chiesa si erge maestosa su una bella piazza con al centro una colonna che regge la statua della Madonna. Iniziata nel '600, la chiesa venne terminata solo un secolo più tardi. La facciata barocca si divide in tre ordini scanditi da colonne doriche
[1]  [2]  [3]  [4]  [5] 
[] []