Attrazioni in Campania

Trovate 275 Attrazioni in Campania - Pagina 1 di 28
napoli salerno avellino benevento caserta

Napoli: Porta Capuana (scheda: 5370) Napoli: Porta Capuana
ha rappresentato nei secoli il principale ingresso della città
categoria: :.Attrazioni :.Monumenti
Porta Capuana ha rappresentato, nei secoli, il principale ingresso della città. Essa era parte integrante dell'ampliamento delle mura voluto da Ferrante d'Aragona. I lavori di costruzione della porta iniziarono nel 1484, essa sostituiva la preesisten
da visitare a Positano (scheda: 3192) da visitare a Positano
Collegiata di S. Maria Assunta, Palazzo Murat, Grotta La Porta
categoria: :.Attrazioni :.Chiese
Collegiata di S. Maria Assunta (Parrocchiale o Chiesa Madre), nella piccola piazza Flavio Gioia. Originariamente ad unica navata, risale al 1200 e ha forma di croce greca, adornata con pregiati marmi di granito d’Egitto e ragguardevoli mosaici che de
Acerno - breve cronistoria (scheda: 2122) Acerno - breve cronistoria
comincia ad assumere importanza già nel medioevo
categoria: :.Attrazioni :.Località
Centro a 40 km. ad E-N-E del capoluogo, a m. 727 sul livello del mare nella valle del Tusciano (monti Picentini). Comune di 72,32 km2 con 3235 abitanti. Confina con i seguenti comuni: Giffoni Valle Piana, Montecorvino Rovella, Calabritto, Senerchia
Itinerari ad Acerno (scheda: 2123) Itinerari ad Acerno
chiese e Monti Polveracchio, Cervialto ed Acellica
categoria: :.Attrazioni :.Chiese
Il territorio di Acerno custodisce interessanti opere storiche e artistiche. Tra le più significative senz'altro la Cattedrale di San Donato, eretta nel 1444, più volte distrutta e ricostruita, con il suo campanile rastrennato a più ordini, sormontat
Angri - itinerari (scheda: 2128) Angri - itinerari
notevole ricchezza di edifici religiosi
categoria: :.Attrazioni :.Chiese
Angri ha bisogno, oggi più che in passato, di essere valorizzata e riscoperta attraverso gli innumerevoli, spesso ignorati, beni artistici ed ambientali. Primi tra tutti, le Chiese. Oltre alla più importante, la Chiesa di San Giovanni Battista, da po
Angri - castello Doria (scheda: 2129) Angri - castello Doria
storia ed attualità
categoria: :.Attrazioni :.Castelli
Il Castello Doria ha sempre rappresentato nell’immaginario collettivo degli angresi il monumento più importante del paese (insieme alla Chiesa di San Giovanni Battista). Difficile è datare con esattezza l’epoca di costruzione del Castello, che solo n
Angri - chiesa di San Giovanni Battista (scheda: 2130) Angri - chiesa di San Giovanni Battista
affacciata su piazza San Giovanni
categoria: :.Attrazioni :.Castelli
L’Abbazia monumentale di San Giovanni Battista fu eretta nel 1302, su un preesistente tempio del 1100, da Vincenzo Caiazzo, comandante di cavalleria del Conte Orsini. L’Abbazia fu riconosciuta ‘insigne collegiata’ con bolla pontificia di Papa Sisto I
Angri - la confraternita di S. Margherita (scheda: 2131) Angri - la confraternita di S. Margherita
affacciata su piazza San Giovanni
categoria: :.Attrazioni :.Chiese
La confraternita fu fondata in seno alla Collegiata di San Giovanni da un tale Ammirati, che chiese ed ottenne di edificare un altare, nel braccio meridionale della chiesa, intitolata a Santa Margherita vergine e martire. La prima notizia del cappell
Angri - chiesa di S. Maria di Costantinopoli (scheda: 2132) Angri - chiesa di S. Maria di Costantinopoli
la notizia più antica è del 1704
categoria: :.Attrazioni :.Chiese
La chiesa di S. Maria di Costantinopoli sorse prima del 1700 per spontanee offerte del popolo. Situata nel casale ‘delli concilij’ fu chiamata comunemente ‘in coppa a’ cappella’. Si presume sia nata da una trasformazione o ricostruzione del tempio di
Angri - chiesa della SS. Annunziata (scheda: 2133) Angri - chiesa della SS. Annunziata
fondata dai monaci Domenicani
categoria: :.Attrazioni :.Chiese
La chiesa della SS. Annunziata, semidistrutta dal terremoto dell’80, si fa risalire al 1300. La sua facciata è stata rifatta da architetto di scuola vanvitelliana, mentre nelle navate si conservano tele pregiate di pittori della scuola di Salvator Ro